Postcards from…Napoli e Roma

Gli avvenimenti degli ultimi mesi mi hanno letteralmente travolta, costringendomi-a più riprese-a fare il punto della situazione, a mettere i puntini sulle “i”. Da un momento all’altro mi sono trovata a dover reindirizzare la mia vita dopo che per mesi avevo vissuto quella di un’altra persona; poi c’è stata la mia seconda laurea, la fine di un percorso non solo di studio ma di vita da fuorisede e, successivamente, un trasferimento al Nord e poi di nuovo al Centro. Insomma, un turbinio di emozioni ma anche una gran dispendio di energie.

Così ho deciso di godermi un po’ la vita, comprandomi una reflex e scattando foto, per il blog ma anche per diletto personale. E ho scoperto che mi piace stare dall’altra parte dell’obiettivo, fornire-anche se non richiesta-la mia visione della realtà; una realtà che, spesso, mi sta un po’ stretta, che non mi soddisfa pienamente (lo so che pensate che io sia un’inguaribile insoddisfatta, ma sono ancora alla ricerca del mio posto nel mondo, ma di quello perfetto per intenderci!).

Ho quindi colto la palla al balzo e sono partita per Napoli, immergendomi in un mondo che, da nordica quale sono, mi ha lasciata senza parole, con l’udito messo alla prova e con un po’ di pancetta di cui vado diversamente fiera. Abbiamo camminato per giorni senza sosta perché le cose da vedere sono tantissime, sia in città che fuori, come la pittoresca Basilica di Santa Chiara, l’immensa Piazza del Plebiscito, l’incantevole Cristo velato, l’inestimabile Tesoro di San Gennaro (una delle sue corone è composta da più di 3000 diamanti), ma anche l’antica Pompei e l’imponente Reggia di Caserta.

Quartieri Spagnoli

Reggia di Caserta

Ancora non so se Napoli mi sia piaciuta oppure no, ma è sicuramente una città da visitare almeno una volta nella vita. Vi ho trovato pochi negozi interessanti, per me essenziali anche quando viaggio e fonte di ispirazione, ma tanta vita in ogni angolo, anche il più remoto, persone calorose e molto chiacchierone e una pizza dal sapore completamente diverso da quello a cui sono abituata.

Ma il mio “relax” non è finito con il mio “au-revoir Napoli!”. Eccomi quindi con una seconda valigia al seguito, piena di vestiti (tanti dei quali mai messi, come al solito) e di voglia di stare coi miei amici. Destinazione? ROMAAA!!! Qui, tra camminate infinite e occhi a cuoricino, sono riuscita a fare shopping, a staccare la spina e a smaltire la famosa pancetta. Ero già stata a Roma, ma non me la ricordavo così bella, così ricca di posti da visitare e immortalare, come “La Casina delle Civette” a Villa Torlonia, un mix tra la casa di Hansel e Gretel e la famosa Hogsmeade di “Harry Potter”. Voto? 10 e lode!

Ponte Sant’Angelo

Palazzo di Giustizia

La Casina delle Civette

Baci,

Arianna

Grazie in anticipo per il tuo commento <3